venerdì 16 aprile 2010

La patente di guida

Grazie al Governo Italiano, unico Paese Europeo insieme a Spagna e Portogallo a NON aver stipulato un accordo con il Governo Canadese, siamo costretti a rifare da capo la nostra patente.
Occorre quindi spendere tempo e denaro per: contattare la SAAQ (cioè la motorizzazione quebecois) e prendere appuntamento; comprare i due libri per sostenere l’esame teorico; contattare una traduttrice iscritta all’albo per farsi tradurre la patente italiana (di quella internazionale, già in lingua francese, non sanno cosa farsene); presentarsi alla SAAQ per svolgere le pratiche e fare l’esame teorico; riprendere appuntamento per l’esame pratico e ripresentarsi per svolgere l’esame pratico. Insomma, una bella menata, per chi come noi ha la patente da 18-19 anni e sperava di aver chiuso con queste perdite di tempo…

3 commenti:

zodrik ha detto...

Salve,anche io mi trovo nella stessa situazione vivo a Quebec city da 6 mesi e sono costretto al trasporto pubblico.....il problema non è neanche tanto ad avere la traduzione della patente,con circa 35$ si ottiene,è l'assicurazione che non vuole saperne di assicurarmi sull'auto di mio possesso,quindi aspetto che mi arrivi il certificato di residenza permanente e rifaro' l'esame....p.s. complimenti per il blog molto interessante

piepalmi ha detto...

grazie ragazzi
per le vostre informazioni. Io con la mia ragazza siamo arrivati qui in canada (ontario) da 2 settimane, volevamo comprare un auto usata e guarda un po che bella quantita di carte ed esami dobbiamo sbrigare.

I nostri cari politici non solo ci rendono la vita difficile nel nostro paese... anche all´estero.


saluti

Feltromatto ha detto...

Davvero Piepalmi: noi siamo ancora alle prese con gli esami per la patente: prima la teoria, poi la prenotazione per l'esame pratico (2 mesi di attesa a Montreal e dintorni), poi le guide con l'autoscuola (per capire quali errori commettiamo e quindi ridurre le possibilità di essere bocciati!)... un bel dispendio di tempo, energie e soldi!!