venerdì 11 giugno 2010

La pizza di Gattuso

Da quando sono qui, ho una voglia irrefrenabile di pizza: alta, bassa, margherita, strafarcita... me la mangerei in tutti i modi possibili.
Ci siamo tolti la voglia di ordinarla a casa, insieme a bottiglie di pepsi, ali di pollo e sacchetti di dolcetti... poi però abbiamo optato per il "fai da te" :-)
In Italia non sono mai riuscita a fare una pizza decente, non chiedetemi il perchè... dopo un pò ho ceduto le armi; qui invece deve essere uscita la mia italianità ("tengo cuore italiano!", come dice Gerard Depardieu) e, complice l'impasto di Gattuso, sto ottenendo delle pizze alte, soffici, da leccarsi i baffi.
Sì, Gattuso: è una marca di cibi in scatola (simil-italiani, ovviamente) e al supermercato si trova anche questa busta magica con dentro farina e lievito: non so se sia merito di Gattuso o del forno, ma finalmente sono riuscita a fare un pizza squisita!!

5 commenti:

Francesco ha detto...

Lucilla, grazie del suggerimento. Io ho provato a fare la pasta con farina e lievito. La pizza/focaccia è il mio unico apporto culinario alla vita familiare, ma mia figlia mi ha generosamente nominato Mago della Pizza, per cui devo mantenere il ruolo. Gli ingredienti canadesi non mi hanno dato le soddisfazioni che speravo, così sono felicissimo del consiglio di Gattuso. Cosa ti posso consigliare in cambio: i bagels di Fairmount, il pesce fresco di New Faleron su Av du Park, i gamberetti della Gaspe a Jean Talon. Sono prodotti conosciuti, ma buonissimi e a prezzi più che buoni. Siete andati a Petite Italie durante il gran premio ?

Feltromatto ha detto...

Grazie dei suggerimenti, Francesco!! Prendo nota e poi organizzo le spedizioni alla ricerca di tali prelibatezze!! :-)
Domenica abbiamo portato il pupo al Parc de la Maisonneuve; in genere siamo un pò restii alla folla e, non sapendo bene quanta gente sarebbe stata in giro per il GP, abbiamo evitato anche il Parc Jean Drapeau (di solito meta dei nostri picnic), dato che è proprio la fermata del circuito di F1...

Francesco ha detto...

Beh, un parco più lontano non c'è ! Potevate andare a Mont Tremblant !!! All'ultimo GP ero a Montreal e devo dirti che non ho trovato tantissima gente. Sì è vero, c'era un po' di confusione, ma niente di paragonabile al "casino" che vivi a Brescia durante la 1000 miglia ! Forse noi siamo abituati alle folle negli spazi italiani, ma a Montreal ho vissuto confusione solo sulla metropolitaine Decarie e sui ponti la sera al rientro dal lavoro. Ricordatevi un appuntamento importantissimo per entrare nella comunità montrealese: la maratona di Montreal a metà settembre. Viene programmata anche la petite marathon una passeggiata di 1 km con i passeggini e arrivo nello stadio olimpico. E' divertente e molto coinvolgente, senza tanta confusione.

Davide ha detto...

Buongiorno a tutti.
Lo scorso settembre eravamo a Qc ed abbiamo provato a farla come la facciamo normalmente a casa tutte le settimane ; unico intoppo è la mancanza del lievito a cubetti fresco. Abbiamo ovviato con un lievito in polvere ( non istantaneo )e l'impasto è uscito come in Italia , soffice e croccante . Sull'altezza si potrebbe discutere , personalmente la gradisco non molto alta e leggermente croccante . Abbiamo riportato il lievito rimasto in Italia ed anche qui il risultato è stato lo stesso . Altro problema è stato trovare una passata di pomodoro senza altri condimenti aggiunti , ma ci siamo riusciti ed infine al posto della mozzarella il Cesar , ottimo sostituto.
Con i nostri amici Italiani di Qc è stato un successone.
Lucilla , se vuoi ti mando la ricetta , prova e poi dimmi come è andata .

Feltromatto ha detto...

Davide, manda pure la ricetta! :-)
Noi la passata di pomodoro "pura" la troviamo senza troppi problemi e volendo anche il pomodoro tritato a cubetti. Il problema in effetti è la mozzarella, qui abbiamo provato quella di Saputo, che è in realtà una specie di "galbanino", ma in effetti al cheddar non avevo pensato...sarà sicuramente saporita!! :-)