venerdì 25 novembre 2011

Bambini, cetrioli e mirtilli


Nella cittadina dove vivo esistono molte possibilita' per una mamma che vuole far socializzare il proprio bimbo in eta' prescolare ed evitare che passi tutto il tempo attaccato alla sua gonna.
La comunita' organizza molti eventi e molti luoghi di incontro fissi: ogni giorno della settimana si puo' portare il proprio bimbo a gruppi di gioco, attivita' in palestra e cosi via. Quasi tutte le attivita' sono gratuite o ad un prezzo irrisorio e permettono di spendere una manciata di ore fuori casa, insieme ad altre mamme e bambini, in ambienti sicuri e sotto la gestione delle istituzioni pubbliche.
Qualche giorno fa io e mia mamma (che era qui in visita) abbiamo portato mio figlio, di circa 2 anni, ad una di queste attivita' mattutine. Si chiama "Family place", cioe' un luogo per la famiglia. In questo caso usano la struttura che accoglie i bambini dopo la scuola e che e' dotata di tutto: bagni, cucina, ampia area gioco (qualche settimana fa c'era anche un porcellino d'India, per la delizia di mio figlio).
La mattinata si e' svolta cosi: gioco libero per circa un'ora e mezza, con genitori che supervisionano, fanno quattro chiacchere e bevono una tazza di caffe'; pulizia e messa in ordine; mezz'oretta di canzoncine e racconto di storie (da parte di una educatrice); lavaggio mani e merenda, portata sempre dall'educatrice. Volete sapere cos'e' stata la merenda? Beh, di solito danno yogurt, frutta e composta di mele. Questa volta pero' l'educatrice ha dimenticato a casa il tutto e ha rimediato con quello che aveva in macchina come cibo di emergenza (lo so, fa molto 'Grande Nord', ma qui non si sa mai, fuori dalla citta' siamo veramente in mezzo alla foresta!).
Quindi, ecco i bimbi che, tutti seduti al tavolo e senza un piatto o un tovagliolo, hanno divorato pickles (cetriolini in agrodolce), patatine di mais e mirtilli disidratati... ho sbirciato la reazione di mia mamma, tipica nonna italiana: non ha fatto una piega. Ha detto: "beh, hanno pulito il tavolo, e guarda quella bambina piccola come mangia i cetrioli!".
Che dire: sono proprio contenta di abitare qui! Forse mio figlio verra' su un po' boscaiolo, ma senza dubbio senza troppe paranoie inculcate da noi adulti!

3 commenti:

pitito ha detto...

E con una "politeness" che non imparerebbe da nessun'altra parte al mondo! :D

Feltromatto ha detto...

Ieri mattina, per continuare con gli esempi, la merenda dei bambini e' stata una zuppa di verdure e spaghetti di soia, preparata per celebrare il Capodanno cinese... secondo voi i bambini se la sono mangiata (ore 11 del mattino)?
Ma certo!!

Francesco ha detto...

Oh oh, é da novembre che non abbiamo notizie!
Ci siete?
Siete sprofondati nel basement? Il banco sega vi ha posseduto?
Fateci sapere qualcosa!