giovedì 14 giugno 2012

Ancora sugli asili canadesi

Il problema degli asili esiste anche in questo meraviglioso Paese. Un asilo nido costa, per un bimbo sotto i 3 anni nella Provincia del British Columbia, dai 35 ai 60 dollari al giorno a seconda della citta' e della fortuna che avete dalla vostra parte. Alcuni asili offrono tariffe piu' basse per bambini sopra i 3 anni e nel caso di fratelli/sorelle. Il mio ovviamente no... In Quebec esistono questi fantomatici asili a 7 dollari al giorno, presi d'assalto e con liste di attesa di oltre 2 anni. Solo in Quebec, pero!! La maggior parte degli asili sono privati, cioe' in famiglia. In sostanza c'e' una signora piu' o meno giovane che puo' tenere in casa un certo numero di bambini (piu' sono piccoli, meno ne puo' tenere). In genere sono case attrezzate e con tanto di licenza, nel senso che sono controllate dal Governo. Esistono poi, dai tre anni in su, i Preschool. Purtroppo si tratta di asili part-time. Forse i canadesi sono spaventati dall'idea di mandare i figli all'asilo a tempo pieno, ma questi Preschols funzionano solo per un paio di mezze giornate alla settimana. Insomma, una sorta di gruppi-gioco senza genitori, ma inutilizzabile se questi devono lavorare. Personalmente sto iniziando adesso la ricerca di una asilo piu' grande per mio figlio, che possa ospitarlo tutti i giorni regolarmente, ma l'unica struttura che avevo trovato (un asilo Montessori, qui molto di moda) ha chiuso per mancanza di studenti... che sfortuna! Non ho ancora capito, di fatto, quanti asili non privati ci siano qui al paesello. Per fortuna uno degli uffici governativi che si occupa dei bisogni delle famiglie mi ha mandato una breve lista da consultare, a cui dovro' ovviamente far seguire telefonate, visite, etc. Un vero e proprio lavoro insomma! Data la penuria di asili, forse dovrei lasciar stare l'idea del B&B e aprire un "childcare"!! :-)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Quindi i canadesi non utilizzano gli asili? E dove lasciano i figli nell'orario di lavoro? Ciao!
Alessandro

Matteo ha detto...

ovviamente pure qui in Slovenia l'asilo si paga. quello statale e in base al reddito.
La cosa bella? il bambino può stare 8 ore all'asilo che rimane aperto dalle 5.30 la mattina fino massimo alle 5.30 del pomeriggio, 5 giorni la settimana e... udite udite... 12 mesi all'anno !!!
si si capito bene... se i genitori devono lavorare ad agosto e non possono mandare il bambino al mare con i nonni l'asilo c'è!

ah.. altra cosa bella.. da settembre scorso ad oggi (metà giugno) c'è stato 1 solo giorno di sciopero... si, certo, come in Italia giusto ??
praticamente una volta al mese e o di venerdì o di lunedì.. facile così!

Per quanto riguarda gli asili privati costano quanto in italia 600/700 euro al mese.

Però, l'Università qui a Ljubljana è GRATUITA!! fino ai 27 anni, se non sbaglio.

Col la fortuna che mi ritrovo la mettono a pagamento l'anno prima che ci vada mia figlia.. mah staremo a vedere !!!

domenico paterna ha detto...

Considerato che qua i bambini non mancano mentre i turisti si :-)

Feltromatto ha detto...

Credo che molte madri lavorino part time e molte altre lascino i figli ai nonni... esattamente come in Italia. Pero' gli asili privati funzionano 5 giorni la settimana per 12 mesi l'anno, come dice Matteo nel commento seguente. In sostanza se uno puo' pagare il tempo pieno (dalle 7.30 alle 5 per 5 giorni la settimana) perche' deve andare al lavoro non c'e' problema. A 6 anni il bambino poi iniziera' la scuola. Preschool e Kindergarden non sono obbligatori, ma propedeutici alla scuola.

illusimi ha detto...

ciao Lù! potrebbe essere una grande idea, anche se temo un po' per il tuo equilibrio psico-fisico (e un po' anche per i bambini, eheh!) nel caso tu decidessi per quell'alternativa! Scherzo:)

Un bacione grande!